All'asta il Casino dell'Aurora a Roma: la villa da 471 milioni con l'unico affresco di Caravaggio

Il Casino dell'Aurora, un importante palazzo nella villa Ludovisi, verrà battuto all'asta con base 471 milioni di euro. Costruita nel XVI secolo per il cardinale Francesco Maria del Monte, la storica dimora contiene all'interno preziosissime opere d'arte: l'unico affresco, noto al mondo, di Caravaggio e due affreschi del Guercino. Il palazzo apparteneva al principe Nicolò Boncompagni Ludovisi, ultimo rampollo della famiglia aristocratica, che morì nel 2018. A seguito della sua scomparsa si scatenò uno scontro ereditario tra i suoi tre figli e la terza moglie, l'attrice americana Rita Jenrette. Dopo numerose liti e il pignoramento di una parte della proprietà (che nessuno degli eredi è riuscito a riscattare), il Tribunale di Roma ha deciso di mettere il Casino all'asta. Ma la possibilità che il palazzo finisca ai privati ha scatenato proteste: è stata, così, lanciata una petizione affinché lo Stato italiano acquisti l'immobile al prezzo dell'offerta iniziale. Anche il ministro della Cultura Dario Franceschini ha chiesto al premier Draghi di esercitare il diritto di prelazione, offrendo la cifra di chiusura dell'asta. Secondo alcune indiscrezioni, tra gli interessati all'acquisto della villa ci sarebbero Bill Gates e il sultano del Brunei.

A cura di Silvia Donnini

Gli altri video di Cronaca