Coronavirus, lavoratori senza Cassa integrazione in piazza: "Vado in chiesa per una busta di spesa"

"L’ultimo stipendio l’ho preso a marzo poi non ho visto più un euro. Ho fatto tante richieste ma non è arrivato ancora nulla. Sono costretta ad andare a chiedere la spesa in chiesa" è questo il grido che lancia una lavoratrice del settore alberghiero scesa in piazza a Roma per denunciare i troppi ritardi nell’erogazione della cassa integrazione. Problema che accomuna tutti i settori, dal commercio alla ristorazione fino alle assistenti scolastiche.

di Cristina Pantaleoni

Gli altri video di Cronaca