Lecce, protesta per il Dpcm: corteo al grido di "Libertà". Alcuni manifestanti forzano cordone

Anche a Lecce gestori di palestre, ristoranti, pub, pizzerie sono scesi in piazza contro l'ultimo Dpcm del premier Conte che ha disposto la chiusura di diverse attività commerciali. Il corteo, composto da circa 200 persone, si è snodato tra Piazza Mazzini e Piazza Sant'Oronzo al grido di “Libertà”, “libertà”. Alla manifestazione hanno partecipato anche alcuni consiglieri di minoranza. tra cui Roberto Giordano Anguilla e Andrea Guido e il presidente del Movimento Regione Salento Paolo Pagliaro. Momenti di tensione si sono registrati quando alcune decine di giovani, che si erano dati appuntamento via chat, hanno forzato un cordone di polizia in assetto antisommossa e hanno lanciato un paio di fumogeni. La situazione, fortunatamente, è rimasta sempre sotto stretto controllo - L'ARTICOLO
 
di Francesco Oliva

Gli altri video di Cronaca