Maturità, le tre buste tra Wilde, Einstein e Popper: ecco come funziona il nuovo orale

"Quando mi hanno messo le tre buste davanti, ero terrorizzato". Gli studenti milanesi si sono cimentati con il nuovo esame orale di maturità: c'è chi ha "pescato" una frase di Oscar Wilde, chi la formula della relatività di Einstein, chi un pensiero di Karl Popper. "All'inizio ero nervosa, ma i professori sono stati molto collaborativi e mi hanno messa a mio agio", spiega una maturanda. "Dura in tutto circa un'ora, ti fanno parlare dell'argomento presente nella busta, chiedendoti di spaziare tra le diverse materie", spiega un altro. Che conclude con una battuta: "L'importante è scegliere la busta giusta".
 
Video di Antonio Nasso

Gli altri video di Cronaca