Ucraina, Berlusconi: "All'Europa serve politica estera ed esercito comune"

"Nella crisi ucraina l'Europa deve farsi protagonista politico con una politica estera a una sola voce e mettendo insieme le forze militari di tutti i 27 paesi". Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, a margine del vertice di centrodestra di Arcore, è tornato - con toni diversi rispetto a quelli di Treviglio dove aveva criticato Biden e Nato - a parlare della guerra fra Russia e Ucraina. "In Unione Europea spendiamo 400 miliardi all'anno per gli eserciti nazionali ma - ha sostenuto - se li mettessimo assieme potremmo risparmiare 100 miliardi di euro". Per arrivare a questo obiettivo, "bisogna modificare i trattati e togliere il principio di unanimità delle decisioni, dando più spazio a maggioranze qualificate".

di Andrea Lattanzi

SEGUI GLI AGGIORNAMENTI DALL'UCRAINA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Gli altri video di Guerra Russia Ucraina