Omnia Mantova - In piazza Gasometro l'archeologia è industriale

Nella seconda metà dell’Ottocento, quando Mantova era ancora austriaca, arrivò il gaz (sì, con la zeta). Dal nome del deposito, a due passi da Porto Catena ma in pieno centro storico, l’originario nome di piazza Gazometro che ancora resiste (ma con la esse) e dove ha sede Tea. Per Omnia Mantova Stefano Scansani ci accompagna in questo brano di archeologia  industriale con le immagini di Nicola Saccani.

Gli altri video di Omnia Mantova