Antartide: Pine Island, il timelapse del ghiacciaio che si sbriciola

Il ghiacciaio di Pine Island, in Antartide, si sta assottigliando più velocemente del previsto. Lo dimostrano analisi e nuove immagini satellitari di Copernicus Sentinel-1, fornite dall'Esa, in base alle quali i ricercatori sostengono che il processo dal 2017 al 2020 sia diventato più rapido e drammatico: in questo periodo la piattaforma avrebbe perso un quinto della sua estensione. Le correnti di acqua più calda contribuiscono infatti a sciogliere o assottigliare quelle piattaforme galleggianti che fanno da cuscinetto, che trattengono la massa più grande dei ghiacciai. Indebolendo queste piattaforme il collasso potrebbe dunque avvenire prima.

Secondo le previsioni degli esperti, Pine Island contiene circa 180 trilioni di tonnellate di ghiaccio, che se rilasciate in mare si tradurrebbero nell'innalzamento globale degli oceani di circa 0.5 metri. Allo stesso tempo, se Pine Island e il vicino Thwaites accelerassero nel loro processo di degrado, collassando e fluendo nell'oceano, potrebbero sconvolgere gli equilibri dell'Antartide occidentale e innalzare i livello dei mari di diversi metri nel corso dei secoli. A cura di Giacomo Talignani. L'articolo (Credits: Joughin et al./Science Advances)

Gli altri video di Clima & Ambiente