I migranti trovati sul treno merci ospitati al Garden Hotel a Suzzara

«Siamo partiti da Teheran, per poi attraversare Turchia, Grecia, Macedonia e giungere in Serbia dove siamo rimasti sette-otto mesi. Siamo stati maltrattati dalla polizia serba. Ci facevano camminare scalzi. Ogni giorno, da mangiare, ci davano della zuppa». Resterete in Italia? «Io ho la mia famiglia in Germania – risponde uno di loro – voglio andare là». Sono le parole di alcuni dei nove migranti irregolari trovati l’altro giorno su un treno merci alla stazione di Poggio Rusco dalla Polfer. Dopo la visita in ospedale, ieri sono stati accompagnati in questura a bordo di un pulmino guidato da un dipendente della cooperativa Olinda, per essere ascoltati dal questore e per le pratiche legate alla domanda di asilo.

Gli altri video di Cronaca locale