La Tosina sito neolitico con più reperti in Italia. Ma restano i misteri

Si chiude questa settimana al sito archeologico della Tosina la campagna di scavi 2017, la sesta che dalla casuale scoperta nel 2003 ha indagato quest’area archeologica abitata nel Neolitico, 6mila anni fa. Ma se è sempre più chiara per gli studiosi la straordinaria importanza di quest’area, che sta fornendo il maggior numero di reperti in Italia, 100mila solo dal 2% del sito ampio 5 ettari, nondimeno è altrettanto vero che stanno emergendo, man mano che avanza la conoscenza dell’area, “misteri” irrisolti.

Gli altri video di Cronaca locale