Le carte sospese di Pauletti allo Spazio Te

La rassegna “Gabriella Pauletti. Opere” propone una selezione di circa 30 opere su carta, “parola dipinta” , come l'aveva definita il critico Gino Baratta per i riferimenti alle mappe orientali, ai caratteri arabi o alle grafie medievali.«Sono opere mai esposte prima – ha detto Enrico Voceri, presidente della Fondazione – di grande pregio e per questo mi sento di ringraziare l'artista per la generosità». Sebbene sia dal sotto in su e non ravvicinata, la forza delle opere non perde vigore. La ricerca di Pauletti, tutta introspettiva, dal sapore antico, permeata di una profonda cultura che non porge lo sguardo solo ad Oriente, per la scelta dei materiali e, solo apparentemente dei segni, ha un profondo legame con l'esperienza dell'informale.

Gli altri video di Cronaca locale