La cornamusa che svegliava tutte le mattine Elisabetta II suona per lei un'ultima volta al funerale

Tra le tante abitudine personali della regina, c’era anche quella di svegliarsida settant'anni,  tutte le mattine, con il suono della cornamusa scozzese. La sveglia veniva suonata dal vivo per lei, sotto le sue finestre, ovunque andasse nel regno, con uno speciale esecutore il “Piper to the Sovereign” e durava 15 minuti. Ed è l'assolo della cornamusa che, fra tutti i canti solenni della cerimonia, più ha commosso chi seguiva i funerali e anche familiari, perché era una melodia molto amata dalla Regina. Prima del servizio funebre a Windsor, "Piper" ha concluso il servizio funebre di stato nell'Abbazia di Westminster con un lamento intitolato: "Sleep, Dearie, Sleep". Il ruolo di Suonatore di cornamusa per i sovrani è stato adottato da Elisabetta, ma risale al regno della Regina Vittoria. Durante una visita alle Highlands scozzesi, l'allora socrana e suo marito, il principe Alberto, si innamorarono del suono. Da quando il ruolo è stato creato nel 1843, ci sono stati 17 pifferai principali. L’ultimo è il maggiore Paul Burns, del Royal Regiment of Scotland, che ha assunto il ruolo l'anno scorso. Suonerà un lamento anche mentre la bara della Regina calata nella Royal Vault sotto la St. George's Chapel al Castello di Windsor.

Gli altri video di Mondo