Nuova Zelanda, l'annuncio della ministra della salute: "Vietato a vita il fumo ai nati dopo il 2008"

“Vogliamo che le nuove generazioni non inizino mai a fumare”. Così il ministro della salute neozelandese Ayesha Verral ha perorato la sua proposta di legge che punta a rendere illegale a vita il consumo di tabacco per tutti i nati dopo il 2008. Entro il 2025, infatti, la Nuova Zelanda vorrà limitare i fumatori a solo il 5% della popolazione totale con lo scopo, nel tempo, di rendere la nazione totalmente “Smoke Free”. Nel caso la legge venisse approvata dal Parlamento, infatti, la vendita di prodotti derivati dalla lavorazione del tabacco sarà resa illegale per sempre a tutti coloro che sono nati dopo il 2008. Al momento il 13% dei neozalendesi adulti è un fumatore ma la percentuale sale a un terzo fra gli abitanti di origine Maori dove quello del fumo rappresenta un serio problema sanitario. Tra le altre misure, il governo ha annunciato maggiori controlli sulla vendita dei tabacchi con una sostanziale riduzione del numero di rivendite autorizzate che passerà dalle 8mila attuali alle solo 500 in tutto il territorio nazionale.

Gli altri video di Mondo