Polonia, sassi, botte e insulti contro il gay-pride di Byalstock: arrestati 25 neonazisti

Riesplode in Polonia la violenza di piazza dell'ultradestra nazionalsovranista e omofoba - fomentata dal partito di maggioranza sovranista PiS (Prawo i Sprawiedlywosc, Diritto e Giustizia - contro le persone Lgbt. Ieri nella città nordorientale di Bialystok il primo corteo gay pride organizzato sul posto è stato brutalmente attaccato da squadracce di militantia. Gli ultrà di destra hanno attaccato lanciando pietre, altri corpi contundenti, e sacchetti di plastica con urina e sterco contro i dimostranti, molti tra i quali, giovani o minorenni, sono stati inseguiti dagli estremisti fino a casa e picchiati in ogni strada, hanno trovato rifugio in negozi o farmacie per salvarsi dai pestaggi.

Gli altri video di Mondo