Usa, il violento pestaggio di Tyre Nichols ripreso dalla bodycam della polizia

Le autorità di Memphis, in Tennessee, hanno rilasciato le immagini del violentissimo pestaggio che ha portato alla morte dell'afroamericano Tyre Nichols, 29 anni. Il giovane era stato fermato da cinque poliziotti, che sono stati licenziati e ora sono accusati di omicidio. In questo filmato si è deciso di riprodurre solo una parte delle violenze subite dal ragazzo e registrate dalle bodycam degli agenti. Il video originale rilasciato dalle autorità americane dura oltre dieci minuti.
 
La clip mostra il momento in cui Nichols viene fermato a un posto di blocco e l'iniziale faccia a faccia con gli agenti, che lo trascinano fuori dalla sua macchina, lo sbattono a terra, lo immobilizzano e iniziano picchiarlo. Si sente distintamente Nichols cercare di calmare gli agenti di polizia: "Va bene, va bene, mi sdraio a terra. State calmi". Ma le urla dei poliziotti crescono. A un certo punto il ragazzo (forse colpito dal teaser) cerca di fuggire dai suoi aguzzini: si scioglie dalla loro stretta e scappa, ammanettato. Ma i cinque poliziotti lo raggiungono vicino alla casa dove viveva con la madre, lo atterrano nuovamente e inziano a picchiarlo con calci e pugni e a infliggergli altri colpi di tease. Infine il ragazzo esangue viene fatto appoggiare a una macchina della polizia: si vedono arrivare i soccorsi mentre Nichols crolla a terra. Il 29enne è morto tre giorni dopo per le conseguenze dell'aggressione.

Gli altri video di Mondo