Abruzzo, così è stata scoperta Creta, la lupa-cane ora rimessa in libertà

È stata scoperta nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga: Creta è la prima lupa ibrida monitorata da quando un programma europeo nel 2015 avviò delle ricerche specializzate sugli incroci. A svelare la presenza dell'animale sono state le video e fototrappole nascoste nell'area protetta. Tutto comincia nel dicembre 2018, dove nella notte vengono rivelati alcuni cani di grossa taglia, riconducibili a dei Alaskan Malamut, in compagnia di tre lupi. A distanza di pochi mesi, a marzo 2019, vengono poi consegnate nuove immagini di un branco di nove animali: i primi tre appaiono fenotipicamente lupi, mentre gli altri sembrano essere nuovamente degli Alaskan Malamut. A seguito di questi avvistamenti, viene subito allertata una squadra di cattura, che subito si mobilita per prendere con sé l'ibrido, ben presto chiamato "Creta" dall'équipe. Dopo la sterilizzazione, l'animale è stato sottoposto ad un lungo periodo di osservazione per poi essere finalmente rimesso in libertà. L'operazione è stata possibile grazie all'apporto del progetto "LIFE MIRCO-Lupo", da sempre in prima linea per preservare la specie lupo dai rischi della mescolanza e del randagismo.

Gli altri video di Natura