Lombardia, sindaci e Pd contro Fontana: "Ingiusto sapere del passaggio a zona arancione scuro dai giornali"

"Avevo il parroco che mi scriveva su whatsapp e non ne sapevo niente". La sindaca di Rodano Roberta Maietti sintetizza così il malumore di diversi sindaci lombardi per la mancata comunicazione al loro comune dell'entrata in zona arancione rinforzato da parte dei vertici regionali. "Non è una questione di tempi né di colori perché noi non contestiamo la zona rinforzata in sé ma di metodo perché - spiega il sindaco di Melzo Antonio Fusé - serve una comunicazione dell'organo regionale. I sindaci che rappresentano le comunità non possono sapere della chiusura delle scuole dai giornali". Per questi motivi, è stata stilata una lettera-appello al governatore Attilio Fontana "per avere maggiore collaborazione con i sindaci su questi temi", dice il primo cittadino di Liscate Lorenzo Fucci, che ha raccolto 70 adesioni fra i primi cittadini lombardi, civici o iscritti al Partito Democratico.

di Andrea Lattanzi

Gli altri video di Politica