A Roma il primo ReWriters festival, Gazzè: "È come mettere ordine in una stanza prima di riarredarla"

"Dopo due anni di distanziamento coatto, finalmente possiamo fare la prima edizione del nostro festival". Così Eugenia Romanelli, fondatrice di ReWriters, movimento culturale nato nella fase più dura della pandemia. Tanti gli ospiti dell'evento, che si tiene al WeGil di Trastevere e che durerà fino a domenica 17 ottobre 2021. Tra questi la scrittrice Melania Mazzucco, che ha parlato del suo romanzo "Sei come sei", scritto nel 2013 e incentrato su una famiglia omogenitoriale. "Una tematica che, come le altre presenti nel festival, sento fortemente, in un contesto di imbarbarimento della società che ci circonda", commenta la scrittrice. "Fare qualcosa che non sia solo intrattenimento ma abbia anche valori e principi è la chiave di volta per smuovere la società", afferma Ernesto Assante. "Immagino una società aperta per evitare di impoverirci", aggiunge il giornalista di Repubblica."Riscrivere il pensiero, la cultura, il modo di essere, di pensare, è un'impresa ardua, ma è bello tentare di farlo in maniera libera, spolverare sovrastrutture mentali. È come rimettere in ordine la stanza prima di riarredarla" dice Max Gazzè, tra gli ospiti della manifestazione.
 

Gli altri video di Spettacoli