Come far ripartire cultura, cinema e sport. La ricetta di Marco Tardelli e del produttore Pietro Valsecchi

La domanda è sempre la stessa: “Come si riparte?”. Se ne è parlato anche a Catania durante la quarta edizione del Festival Internazionale di Geopolitica Mare Liberum, nella sede di Associazione Diplomatici, che ha promosso la manifestazione insieme a Eastwest European Institute (EWEI), in collaborazione con l’Università di Catania, il Sole 24 Ore e La Sicilia. Il tema del Festival, inaugurato dal collegamento video del leader storico dei Verdi, ex Ministro degli Esteri e vice-cancelliere tedesco Joschka Fischer, è stato “La nuova Europa nel mondo post Covid”. Uno degli appuntamenti più attesi il forum su “Cultura, cinema e sport” con Salvatore Carrubba, già Direttore de Il Sole 24 Ore, Marco Tardelli, campione del mondo di calcio e commentatore sportivo, Pietro Valsecchi, produttore cinematografico e CEO di TAODUE Film, e Laura Paxia, parlamentare del M5s. “Il calcio sta tentando di tornare alla normalità, anche se senza tifosi non è la stessa cosa – ha commentato Tardelli - Speriamo che il Covid ci dia tregua, ma dobbiamo meritarcela con i nostri comportamenti”. “C'è una vita prima del Covid e una dopo - ha detto Pietro Valsecchi parlando del mondo della cultura e dello spettacolo. «È cambiato il modo di fruire cinema e teatro e il modo di stare insieme davanti uno spettacolo. Il Covid ha accelerato la capacità delle piattaforme planetarie di impossessarsi del territorio e dobbiamo stare attenti a salvaguardare la nostra cultura e le nostre storie per non perdere l’identità italiana”.

Gli altri video di Spettacoli