"Tutto è santo", Pasolini in mostra al PalaExpo: "Era di un'intelligenza incandescente"

Più di 700 pezzi tra fotografie vintage, giornali d'epoca, prime edizioni di libri, riviste, articoli, interventi, e ancora costumi di scena, dattiloscritti, ciclostilati, oltre a filmati, dischi, nastri. Tutto questo è "Pier Paolo Pasolini. Tutto è santo", la mostra aperta dal 19 ottobre al Palazzo delle Esposizioni a Roma dedicata al celeberrimo scrittore, poeta, regista e drammaturgo italiano. "La produzione di Pasolini è sterminata ma è anche altissima di valore. Noi abbiamo continui e ininterrotti frammenti, spesso incompiuti, di un'intelligenza incandescente", ha spiegato il curatore della mostra Giuseppe Garrera. "In questa mostra nulla è finito perché l'intento è proprio quello di farla finire con il visitatore che tornando a casa può approfondire altro", ha aggiunto la co-curatrice Clara Tosi Pamphili.

Di Francesco Giovannetti

 

Gli altri video di Spettacoli