Con una gamba sola in cima all'Epomeo: Sasso si prepara alla maratona di New York

Con una gamba sola in cima all'Epomeo, così Sasso si prepara alla maratona di New YorkSuperare i limiti, sempre. Lo fa da quando, a 16 anni, perse una gamba in seguito alle conseguenze di un incidente stradale. E dopo aver raggiunto nel triathlon le Paralimpiadi di Rio de Janeiro e aver fondato, con altri atleti, la nazionale italiana di calcio per amputati, l'ischitano Gianni Sasso punta con forza alla Maratona di New York il prossimo 1 novembre e a quella di Firenze il 24 novembre, cullando il sogno del nuovo record mondiale nella sua categoria. Per allenarsi, ecco la scalata - con tanto di grido liberatorio - fino alla cima del monte Epomeo, simbolo dell'isola natale, Ischia, alla quale Sasso è visceralmente legato. "L'handicap? E' solo nella testa di chi si sente limitato", ribadisce con forza.
 
a cura di Pasquale Raicaldo

Gli altri video di Sport